Site icon GuidaSantuari

Madonna del Buso

Descrizione: Dipinto raffigurante la Madonna, portato dal Casera, di cui si sono perse le tracce. Immagine: Dipinto
Raccolta di ex voto: No

Costruito per opera dell’eremita del terzo ordine francescano Battista Casera tra il 1829 e il 1834; in onore della Vergine, per dare aiuto ai viandanti-pellegrini presso un punto di passaggio obbligato, là dove la val Frenzela presenta una strozzatura. Un’epigrafe per la ricostruzione (1926) effettuata dopo la prima guerra mondiale, è posta sul lato destro della facciata. Distrutta durante la prima guerra mondiale, ricostruito e inaugurato nel luglio 1926 ad opera della popolazione locale. Indulgenza plenario per l’anno mariano (1987?). Dopo la morte del fondatore Battista Casera passa alla parrocchia di Gallio- S.Bartolomeo. Dopo la morte del Casera (1862) diventa parrochiale (Gallio). E’ del clero secolare di Gallio. Del fondatore, quindi alla sua morte nel 1862 del clero di Gallio.

36032 Gallio VI, Italy
  • contatto telefonico:
  • ubicazione:Link Google maps

  • Exit mobile version