Site icon GuidaSantuari

San Daniele

Aula rettangolare con soffitto di legno e presbiterio quadrato; vi erano lateralmente, a sinistra dell’aula, una cappella e, dietro il coro, la sacrestia. La muratura era di sassi rozzamente intonacata. Due erano le porte, la principale con cornice di pietra e cimasa sporgente, la seconda sul lato destro. Accanto all’oratorio, si ergeva una tozza torre a pianta quadrata. Nel 1739 fu concessa la facoltà di restaurare la torre campanaria e di accrescere detta chiesa per il maggior culto. Nel 1745 il campanile fu nuovamente restaurato, poiché colpito da un fulmine. Tra 1852 e 1853 la chiesa venne restaurata a causa del suo pessimo stato di conservazione.Descrizione: Statua raffigurante san Daniele di Giovanni Antonio Pilacorte (1455 circa – 1531), posta su un piedistallo sul cui basamento appare l’iscrizione con il nome del committente e la data 1514. La colonnina porta incisa la concessione di indulgenze da parte di papa Leone a chi avesse visitato la chiesa. La statua venne dipinta con tre mani di colore a finto marmo nel 1853 da Luigi Cristofoli pitor di Sequals. Entrata in uso: tra l’anno 1514 e l’anno 1514 Epifania: San Daniele Immagine: Statua
Raccolta di ex voto: No

La chiesa probabilmente risale al Trecento. L’edificazione della chiesetta è probabilmente di origine trecentesca, un affresco raffigurante san Cristoforo era posto all’esterno della facciata, più volte rimaneggiata nel corso dei secoli XVIII e XIX. Il 27 agosto 1872 la chiesa venne sospesa dal vescovo di Concordia, Angelo Fusinato, per il pessimo stato di conservazione. Si provvide quindi subito al restauro. Attualmente è frequentata solo in occasione delle feste dagli abitanti del luogo. Papa Leone (inizio del ‘500) concede indulgenze a chi visiti la chiesa.

Via Vigna, 5, 33090 Castelnovo del Friuli PN, Italy
  • contatto telefonico: +39 0427 90390
  • ubicazione:Link Google maps

  • Exit mobile version