Site icon GuidaSantuari

Santa Maria del Giuncheto

La facciata della chiesa ha linee rinascimentali; l’interno è ad unica navata, ed è caratterizzato dalla bicromia data dall’intonaco e dalla pietra serena. Il soffitto è coperto da tre volte a crociera a pianta quadrata, poggianti su due archi a tutto sesto in pietra serena. Gli altari provengono dalla chiesa aretina di San Francesco. L’edificio primitivo coincide con la prima cappella a destra di forma retangolare. L’entrata aveva una porta architravata (1514) e due nicchie sovrastanti. Fu infatti ricostruita e ampliata nel corso del secolo XVII. Nel corso dell’800 crollò il campanile a vela adiacente alla chiesa; venne ricostruito dal pievano Pier Francesco Detti.Descrizione: L’immagine venerata è una scultura in terracotta, raffigurante la Vergine con il Bambino, ed attribuita al Andrea Sansovino. Entrata in uso: tra l’anno 1514 e l’anno 1609 Immagine: Statua
Ubicazione originaria del Santuario: Gli ex voto erano appesi alla parete del santuario. Note sulla raccolta: Un ex voto donato dal pievano Pier Francesco Detti, ricorda il crollo del campanile della chiesa, avvenuto nel secolo XIX. Tipologia degli ex voto: Oggetti vari Conservazione attuale: Per motivi di sicurezza non forniamo gli estremi della collocazione attuale.
I miracoli sono attestati dal 1514 nelle deliberazioni dei priori di Arezzo.
Attualmente il santuario è in fase di restauro. Camilla di Antonio Di Valle si vide apparire la Vergine accanto ad un pozzo. La Vergine le avrebbe chiesto di adoperarsi per far erigere in quel luogo una chiesa in suo onore. Questa scheda è stata compilata da Stefano Meacci e Giulietta Cappelletti. Ancora oggi la chiesa è annoverata tra le chiese dell’Opera del Comune.

52100 San Polo AR, Italy
  • contatto telefonico:
  • ubicazione:Link Google maps

  • Exit mobile version