Site icon GuidaSantuari

Santa Maria della Libera

La facciata della chiesa è in pietra viva;l’interno è ad una sola navata, in fondo alla quale c’è la nicchia che custodisce la statua della Madonna.Descrizione: L’antica statua fu bruciata. L’attuale ha lineamenti dolci e delicati: la Madonna è avvolta da un manto drappeggiato; un velo le copre la testa incoronata e le spalle, le braccia sono protese in avanti quasi in un abbraccio materno. Immagine: Statua
Note sulla raccolta: Alcuni ex-voto risalgono ai secoli scorsi. Tipologia degli ex voto: Oggetti di oreficeria

L’edificazione del santuario avvenne nel pieno della lotta per il trono di Napoli tra Alfonso I e Renato d’Angiò. Il capitano di ventura Giacomo Caldora, che combatteva al soldo degli Angioini, voleva saccheggiare Colle Sannita, feudo della famiglia della Leonessa fedele agli Aragonesi. Ma il 15 novembre del 1439 il capitano, mentre preparava l’assedio, morì improvvisamente e, su quel luogo, i Collesi, liberati dal saccheggio, eressero il santuario. La leggenda di fondazione è riportata nel libro di Alfonso Meomartini, I comuni della provincia di Benevento, Benevento, 1970. Il 24 settembre del 1713 l’arcivescovo Orsini, in occasione della consacrazione della chiesa, concesse le indulgenze e lo stesso fece il cardinale Ascalesi il 3 giugno del 1922.

82024 Colle Sannita BN, Italy
  • contatto telefonico:
  • ubicazione:Link Google maps

  • Exit mobile version