Site icon GuidaSantuari

Santa Maria di Frasassi

L’antica chiesetta è stata costruita addossata ad un costone roccioso che ne costituisce il pavimento e la parete sinistra. Il nuovo tempio a pianta ottagonale, biancheggia sulla roccia soprastante, perché costruito in travertino. Di pure forme neoclassiche, è stato per molto tempo attribuito al Valadier; recenti studi lo attribuiscono invece all’architetto Carlo Donati di Spoleto.Epifania: Oggi in questa chiesetta, indicata col nome di “vecchio santuario” si venera l’immagine lignea della Madonna dei Monti, cui si fanno risalire avvenimenti miracolosi. Nel “Nuovo Santuario”, invece, sopra il centrale altare marmoreo su cui poggia un pregievole tabernacolo di alabastro, era posta una statua della Madonna con Bambino, attribuita alo scultore Antonio Canova, oggi conservata nel museo di San Clemente o del castello a Genga. Immagine: Statua
Ubicazione originaria del Santuario: Nel tempio Tipologia degli ex voto: Tavolette dipinte, Oggetti di oreficeria
Dato non disponibile
Il santuario sorge adiacente ad un antichissimo oratorio denominato, nelle carte del XIII secolo, Sancta Maria inter saxa. Nel 1209 l’oratorio venne donato al monastero di San Vittore delle Chiuse sul Sentino, da tal Rodolfo di Benenato e dalla di lui moglie Accia. Già agli inizi del XV secolo non risulta che nell’oratorio vi dimorassero più le suore, ma i fedeli continuavano, spinti dalla fede, a farne meta di pellegrinaggio. In un testamento del 1434 di un tal Pietro di Berardo de villa Fabri, com. Previi, si dispone che venga mandato pro anima, un uomo in pellegrinaggio a Loreto e a Santa Maria Fralisassi, ai cui altari sono destinate rispettivamente due libre. Nel 1818, il Cardinale Annibale della Genga, manifestò la volontà di far erigere in nome della Vergine dei Monti, cui era particolarmente devoto, un nuovo Santuario. L’inaugurazione del nuovo Santuario avvenne nel 1828, cinque anni dopo che il Cardinale venne eletto pontefice con il nome di papa Leone XII. Nello stesso anno, venne coniata una medaglia in cui vi è raffigurato il Santuario e in cui compare la scritta: Deiparae dicatum in antro Cinguni montis. Il nuovo Santuario fu voluto dal Cardinale Annibale della Genga quando fu eletto al soglio Pontificio col nome di Leone XII, 1823. In occasione del quinquennio del suo pontificato fece coniare una medaglia sul cui retro è raffigurato il nuovo Santuario.

60040 Genga AN, Italy
  • contatto telefonico: +39 0732 973014
  • ubicazione:Link Google maps

  • Exit mobile version