San Mamante

La navata, larga e bassa, di forma rettangolare, venne costruita dopo la morte del Valeriano, come sembra indicare la data

San Giorgio

La cappella-santuario è attigua alla parrocchia di San Pietro di Suelli, messa in comunicazione mediante la sagrestia e la cella

San Colombano

Costruzione dell’attuale edificio liturgico.Descrizione: Dipinto su tela raffigurante san Colombano, opera del XVII secolo. Entrata in uso: nell’anno 1636 Immagine:

San Bartolomeo

Chiesa ad aula unica, pronao e campanile a vela, tutto con travi a vista, coro già coperto con volta a

S. Francesco di Paola

Ampliamenti e ristrutturazioni della facciataDescrizione: Tra le reliquie del Santo si conservano il Mantello, una pendola, il cappuccio, la camicia,

S. Anatolia

La chiesa primitiva risale alla metà del VI secolo. Fu ricostruita nella forma attuale nel XVI secolo. Ha un’unica navata,

Notre-Dame des Graces

Ingrandimento della cappella costruita tra il 1642 e il 1643.Descrizione: Copia novecentesca della statua lignea della Madonna col Bambino, opera

Notre-Dame de Bon Secours

Ricostruzione dell’originaria cappella. Nel 1897 il santuario viene restaurato. Attualmente l’edificio soffre di grande umidità dovuta alla sorgente che sale

Nostra Signora d`Itria

Nulla si conosce della struttura dell’edificio duecentesco dedicato a Santa Maria ‘de Sinnas’. L’edificio risalente alla prima metà del XVII